Vino & bio, l’Italia cresce ancora

Il biologico trova sempre più seguaci in tutto il mondo. L’Italia non è da meno e non lo è nemmeno il comparto del vino. Sono cresciuti significativamente gli ettari di superficie vitata che hanno iniziato il periodo di conversione, attestando l’Italia fra i primi tre Paesi con più vigneti biologici: su 637.634 ettari totali sono ormai 83.643 quelli iscritti al Sinab – Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica, che ha di recente pubblicato il suo ultimo report in materia, “Bio in Cifre 2016” (https://goo.gl/oOhIB4): ben 11.300 ettari in più sul 2014. Quest’anno il numero di richieste di conversione riguardano 30.000 ettari: quasi 5.000 in più rispetto all’anno precedente. Le tre Regioni con più ampia superficie vitata biologica rappresentano il 65% del totale. In testa la Sicilia, con 32.297 ettari, il 32% dei suoi vigneti, in crescita del 19,2% sul 2014. Segue la Toscana, con 11.556 ettari, che cresce del 25%, coprendo a bio il 20% della superficie vitata regionale. Terza la Puglia con 10.866 ettari che rappresentano il 12,6% del vigneto complessivo, in crescita del 5,8%. Veneto (+47,3% sul 2014) e Lombardia (+36,8%) le Regioni che sono cresciute di più.

fonte: winenews.it