Ecco il “G7” del mondo del vino

 Italia leader per volume di produzione del vino, Spagna n. 1 per superficie vitata e quantità esportate, Francia al top per valore delle esportazioni, Usa al vertice per l’import in valore, Germania prima in volume: in vista del G7 che sarà di scena in Italia a Taormina (26-27 maggio), ecco il “G7 del vino”, analizzato da WineNews (dati Oiv-Organizzazione internazionale della Vigna e del Vino sulla Congiuntura vitivinicola mondiale 2016). L’Italia si conferma al vertice assoluto per volume di vino prodotto, con 50,9 milioni di ettolitri nel 2016 (esclusi succhi e mosti), davanti a Francia (43,5 milioni di ettolitri), Spagna (39,3), Stati Uniti (23,9), Australia (13), Cina (11,4) e Sudafrica (10,5). Per superficie a vigneto, invece (i dati Oiv non distinguono tra uva da vino e uva da tavola), la Spagna è leader assoluta, con oltre 975.000 di ettari vitati, seguita dalla Cina con 847.000 ettari (ma con la grande maggioranza destinata alla produzione di uva da tavola), dalla Francia con 785.000, poi dall’Italia con 690.000, dalla Turchia con 480.000 (ma anche qui l’uva da tavola pesa per oltre la metà del totale), dagli Usa con 443.000 ettari e dall’Argentina con 224.000. Ma la Penisola Iberica è al top anche per volume esportato, nel 2016 con 22,3 milioni di ettolitri, davanti all’Italia con 20,6, alla Francia con 14,1, al Cile con 9,1, all’Australia con 7,5, al Sudafrica con 4,2 e agli Usa, con 4,1 milioni di ettolitri. In valore, invece, al top c’è la Francia, con oltre 8,2 miliardi di euro, seguita dal Belpaese con 5,3 (altre fonti parlano di 5,6 miliardi di euro, ndr), e poi a distanza da Spagna con 2,6 miliardi di euro, Cile con 1,6, Australia con 1,4, Usa con 1,3 miliardi di euro, e Nuova Zelanda e Germania, con 960 milioni di euro. Germania che, invece, è il primo Paese per l’import di vino in quantità, con 14,5 milioni di ettolitri nel 2016, davanti a Uk con 13,5, Stati Uniti con 11,2, Francia con 7,9, Cina con 6,4 milioni di ettolitri, Canada con 4,2 e Russia con 4. Gli Usa sono leader assoluti per valore di vino importato, con 5 miliardi di euro, davanti a Regno Unito con 3,5, Germania con 2,4 miliardi euro, Cina con 2,1, Canada con 1,6, Hong Kong con 1,4 e Giappone con 1,3.

fonte: winenews.it