Soundreef abbatte il monopolio Siae sul copyright

La Siae dice addio al monopolio. Sul mercato italiano dei diritti d’autore sbarca Soundreef, una startup che farà concorrenza alla Società italiana degli autori ed editori. Come? Affidando la riscossione dei copyright dei suoi artisti a Lea (Liberi editori autori), una nuova associazione non profit costituita da una serie di autori, editori e professionisti italiani del settore musicale.

In questo modo Soundreef ha di fatto aggirato la nuova legge nazionale, che ha liberalizzato solo parzialmente il mercato dei diritti d’autore permettendo l’ingresso alle sole società di raccolta senza scopo di lucro.

“Oggi crolla definitivamente il monopolio Siae, che non esiste più: è stata una lunghissima lotta partita nel 2011 con 85mila euro di finanziamenti e da un piccolissimo gruppo di persone. Da oggi una società privata come Soundreef lavorerà in piena legalità”, ha detto nel corso di una conferenza stampa a Roma Davide D’Atri, ad di Soundreef. “Dal 2016 si sono iscritti a Soundreef oltre 11 mila autori italiani. Lavoreremo in Italia insieme all’associazione no profit Lea (Liberi Editori Autori), costituita di recente da un gruppo di autori, editori e professionisti. Il decreto fiscale collegato alla Legge di Stabilità dice che si può lavorare in concorrenza con Siae dal primo gennaio, Lea è già operativo e riscuote per conto nostro i diritti d’autore”.

Soundreef gestisce i diritti di 11mila autori italiani, tra cui Fedez, J-Ax, Gigi D’Alessio e Enrico Ruggeri.

fonte: msn.com