LA DIRETTIVA COPYRIGHT ENTRA NELL’ORDINAMENTO ITALIANO. MOGOL: “IL DIGITALE COMPENSI IN MODO ADEGUATO IL SETTORE CULTURALE E ARTISTICO IN DIFFICOLTÀ”

Il Professionista del Diritto d’Autore

Giulio Rapetti Mogol

20.04.21. NEWS SIAE.

Semaforo verde del Senato alla legge di delegazione europea 2019-2020, propedeutica al decreto che implementerà la Direttiva Copyright nel nostro ordinamento.

Si conclude così positivamente il lungo e difficile iter che è partito con l’approvazione a livello europeo della Direttiva UE 2019/790 sul diritto d’autore e sui diritti connessi nel mercato unico digitale che consente anche all’Italia di avere una normativa in grado di tutelare più efficacemente la creatività. Una battaglia che ha visto tra i protagonisti principali il Presidente SIAE Giulio Rapetti Mogol che, dal primo giorno del suo incarico, è andato a Bruxelles per far sentire la sua voce. “Loro hanno i miliardi, noi abbiamo ragione” ha detto agli europarlamentari parlando dei giganteschi players della rete e ribadendo la necessità da parte delle piattaforme digitali di remunerare in modo adeguato i creatori delle opere, i giornalisti e gli altri titolari di diritti.

View original post 147 altre parole

La fiscalità nella compravendita di opere d’arte. Parte prima: le imposte nell’acquisto. di Pierluigi Farina, avvocato, Farina Studio Legale.

1. Premessa Negli ultimi anni (a dispetto della crisi economica globale) abbiamo assistito a un crescente volume di scambi di opere d’arte, soprattutto moderna e contemporanea, che ha portato ad una più diffusa conoscenza dei fondamenti della fiscalità dell’arte non solo tra i tecnici della materia ma anche tra i collezionisti. Nel 2013, a fronte …