Russia, ripresa ad ostacoli

Il mercato russo torna a crescere, il crollo delle importazioni enoiche registrato nel biennio 2014-2015 è ormai alle spalle, ma la situazione è ancora lontana da quella del 2013, con il 2016 che ha visto comunque una crescita del 5% sul 2015, a 660 milioni di euro. Un ritorno in territorio positivo di cui beneficia anche l’Italia, primo partner enoico di … Continua a leggere Russia, ripresa ad ostacoli

Import, come crescono le Americhe

Se nella Vecchia Europa i consumi enoici sono in stagnazione, è Oltreoceano che le cose continuano ad andare bene. Gli Stati Uniti, con una crescita degli acquisti di vino dell’11,4% in volume e del 6,1% in valore nei primi tre mesi 2017, per un totale di 308,8 milioni di litri e 1,34 miliardi di dollari (fonte http://www.oemv.es), superano la … Continua a leggere Import, come crescono le Americhe

Affari dalla California all’Europa

Non si fermano gli investimenti nel vino. Questa volta sui rotocalchi finisce la California coi suoi vitigni internazionali Merlot, Pinot Nero e Chardonnay all’arrembaggio di realtà nazionali ed estere. È fresca di pochi giorni, infatti, la notizia dell’acquisto (la cui cifra non è stata resa nota) da parte dello specialista del Merlot Duckhorn Wine Company dell’azienda Calera, pioniera del Pinot … Continua a leggere Affari dalla California all’Europa

Export enoico: dopo la Cina, il Sud Est Asiatico

Quando si pensa al futuro del commercio enoico, idealmente, si ripercorre la Via della Seta, fermandoci in Cina. Eppure, se ampliassimo l’orizzonte, scopriremmo un territorio che merita più di qualche attenzione. Sono i Paesi dell’Associazione delle Nazioni del Sud Est Asiatico (Asean), l’organizzazione politica, economica e culturale fondata nel 1967, di cui fanno parte Filippine, Indonesia, Malesia, Singapore, Thailandia, … Continua a leggere Export enoico: dopo la Cina, il Sud Est Asiatico

L’Australia punta su Sangiovese e Sagrantino

Qualcosa, nel mondo del vino, seppur lentamente, sta cambiando. Sia nel gusto, sia nelle possibilità e nelle necessità produttive, perché i cambiamenti climatici in atto non sono un timore infondato, ma una dura realtà, a cui, come ha raccontato uno dei massimi esperti al mondo di enologia, il professore Attilio Scienza, a WineNews, dovremo abituarci ed adeguarci. Anche in vigna, … Continua a leggere L’Australia punta su Sangiovese e Sagrantino