Accertamento del passivo e acquiescenza del creditore

  In sede di accertamento del passivo avanti al giudice delegato, la mancata presentazione delle osservazioni del creditore volta a contrastare la proposta negativa del curatore non può mai assumere il valore della acquiescenza ex art. 329 c.p.c., intesa come manifestazione espressa o tacita della volontà della parte soccombente di non volersi avvalere della impugnazione. …

NELLA CESSIONE DI AZIENDA IL SOLO SILENZIO NON INTEGRA RESPONSABILITÀ PRECONTRATTUALE

  Nella fase di trattative precedente la sottoscrizione di un contratto di compravendita di azienda si ha responsabilità per dolo omissivo ai sensi dell’art. 1439 c.c. solo qualora l’inerzia della parte si inserisca in un complesso comportamento, adeguatamente preordinato, con malizia o astuzia, a realizzare l’inganno perseguito (in violazione del disposto dell’art 1337 c.c.), determinando …

Sangiovese: la Docg Montecucco contro uso in Igp di Romania

Il Consorzio di Tutela dei Vini di Montecucco, in Toscana, guidato da Claudio Tipa, ha inviato al Ministero delle Politiche Agricole, “in difesa del Sangiovese”, una richiesta di opposizione alla domanda di modifica del disciplinare della Igp Dealurile Zarandului presentata dalla Romania per l’utilizzo della menzione Sangiovese in etichetta. “Il nome di una varietà di uva da vino, …

In pendenza di istanza di fallimento al debitore non è consentito, una volta contestata la propria fallibilità, domandare di essere ammesso alla procedura di concordato preventivo

  In pendenza di istanza di fallimento al debitore non è consentito, una volta contestata la propria fallibilità, domandare di essere ammesso alla procedura di concordato preventivo. Configura un’ipotesi di abuso del processo la circostanza per cui il debitore, a seguito della chiusura dell’istruttoria prefallimentare, depositi ricorso per concordato preventivo in bianco, specificando di non svolgere …

Le cantine più redditizie

La “culla” del Sassicaia, Tenuta San Guido, è la cantina più redditizia d’Italia, con un rapporto tra Ebitda e fatturato del 55%. A seguire vengono Marchesi Antinori con il 42,3%, Cusumano con il 35%, ed il Gruppo Santa Margherita con il 34,8%. Tra le migliori anche Marchesi Frescobaldi (34,1%), Castellani (30,5%), Ruffino (26,8%), Planeta (26,6%), Agricola San Felice (24,7%), Masi Agricola (24%), Falesco …

Bio, c’è il compromesso Ue

Un giro di vite sui controlli, anche per la vendita al dettaglio, l’ampliamento della platea di prodotti che potranno ottenere la certificazione bio (sale, sughero, cera d’api), un regime di certificazione di gruppo per le piccole aziende agricole e norme più stringenti sulle importazioni: ecco il compromesso trovato tra Commissione, Consiglio e Parlamento Ue per la riforma sul Biologico. Il testo dovrà ora …

Dichiarazione di fallimento e accertamento delle cause che hanno determinato lo stato di insolvenza.

    Ai fini della dichiarazione di fallimento, l'accertamento dello stato di insolvenza prescinde dalle cause che lo hanno determinato, anche se non imputabili all'imprenditore. (Nella specie, la S.C. ha confermato la sentenza di fallimento di una società a responsabilità limitata reputando irrilevante che la relativa insolvenza fosse stata determinata dall'inagibilità, imputabile a terzi, del …

Fideiussore dell’imprenditore fallito e impugnazioni allo stato passivo di cui all’art. 98 l.fall.

  Il fideiussore dell'imprenditore fallito non è attivamente legittimato alle impugnazioni allo stato passivo di cui all'art. 98 l.fall., atteso che, da un lato, la sua posizione è accessoria a quella del debitore principale, a sua volta privo di interesse a veder ridotta la consistenza del proprio passivo, essendo stata la relativa legittimazione attribuita, in …

Ordine di esibizione di documentazione bancaria ultradecennale

Il limite decennale stabilito dall’art.119 T.U.B. è riferito solo all’obbligo di tenuta delle scritture contabili; nel caso in cui la banca sia in possesso di documenti anche più risalenti è tenuta alla consegna in applicazione dei principi di buona fede. [Nella fattispecie, il rifiuto opposto dalla banca all’ordine di esibizione, motivato sulla considerazione che si …

E’ NULLA LA DELIBERA CHE IMPONE AI SOCI DI S.R.L. OBBLIGHI PATRIMONIALI ULTERIORI RISPETTO AI CONFERIMENTI

  La delibera assembleare volta a imporre ai soci una partecipazione paritaria alla copertura delle perdite e alla concessione di garanzie in favore della società viola il principio costituivo delle società di capitali di limitazione della responsabilità dei soci nella misura del capitale sottoscritto e, come tale,  va dichiarata nulla per “impossibilità giuridica” dell’oggetto delle determinazioni …

La banca che concede credito ad un cliente in crisi non commette alcun illecito, né verso il cliente né verso i terzi

  La banca che concede credito ad un cliente in crisi non commette alcun illecito, né verso il cliente né verso i terzi: non è ravvisabile infatti in capo alla banca mutuante una posizione di garanzia in forza della quale la stessa sia investita di un potere-dovere di salvaguardia degli interessi economici del cliente-mutuatario di …

Usura sopravvenuta e poteri del giudice di modifica del tasso

Ove il rilievo dell’usurarietà sopravvenuta sia stato tempestivamente eccepito, il giudice del merito è tenuto ad accertarlo per la frazione temporale nella quale il superamento del tasso soglia sia effettivamente intervenuto ed applicare per quel segmento del rapporto contrattuale il tasso soglia previsto in via normativa secondo la rilevazione trimestrale eseguita ex art. 2 1. …

Continuità aziendale: affitto di azienda e prosecuzione dell’attività di impresa con assunzione del rischio.

  Un concordato preventivo non può qualificarsi in continuità aziendale ai sensi dell'art. 186-bis legge fall. per il fatto che sia in corso un contratto di affitto di azienda; la fattispecie del concordato con continuità aziendale può, infatti, ravvisarsi solo se esso preveda la prosecuzione dell'attività di impresa e quindi l'assunzione del relativo rischio ed …

La veridicità dei dati aziendali al momento del deposito della proposta.

  Tra le condizioni prescritte per l'ammissibilità del concordato preventivo rientra, ai sensi dell'art. 162, comma 2, legge fall., anche la veridicità dei dati aziendali esposti nei documenti prodotti unitamente al ricorso; sicché quando nel corso della procedura emerge che siffatta condizione mancava al momento del deposito della proposta, il tribunale può revocare ex art. …

Etichettatura bevande alcoliche, un anno per la sua autoregolamentazione

La Commissione europea ha adottato lunedì scorso un rapporto del Parlamento e del Consiglio europeo riguardante l’obbligo per le bevande alcoliche di indicare in etichetta la lista degli ingredienti e la dichiarazione nutrizionale. A tale scopo, la Commissione europea ha invitato le industrie europee delle bevande alcoliche di sviluppare, entro un anno, una proposta di …

NOZIONE ED OBBLIGAZIONI IN UN CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE CON SCAMBIO DI BENI

Tribunale di Milano 12 dicembre 2016 Il contratto di sponsorizzazione con scambio di beni è un negozio atipico a titolo oneroso e prestazione corrispettive, con il quale viene istituito uno specifico abbinamento tra un avvenimento ed i prodotti o il marchio dello Sponsor; a quest’ultimo viene concesso l’utilizzo sui propri prodotti di marchi ufficiali dellamanifestazione, …

Piccolo è bello, e difficile: tra burocrazia e mercato

Piccolo è bello. Così vuole il motto, veritiero solo in parte, perché piccolo è anche difficile, specie nel mondo del vino. Significa, essenzialmente, affrontare gli stessi ostacoli delle aziende medie e grandi con un “passo” decisamente più corto. Una disparità emersa con forza con l’entrata in vigore del decreto “Campo Libero”, fortemente voluto dal Ministro …

Bancarotta fraudolenta per distrazione di beni conferiti in società fiduciaria

Cassazione penale, 17 Marzo 2016, n. 20108 La facoltà di servirsi dei titoli dati in gestione dai fiducianti è implicita nel possesso dei beni gestiti dall’imprenditore, in qualsiasi modo da lui ottenuto, e perciò attribuiti al patrimonio dell’impresa fallita, sicché, conseguita dagli amministratori di una società fiduciaria posta in liquidazione coatta la disponibilità dei titoli …